Sadali: clandestini dell’hotel Janas pretendono Tv in ogni camera e servizio pullman

 

CAGLIARI, 14 GIU – I presunti profughi ospiti dell’hotel Janas a Sadali – piccolo centro al confine tra le province di Cagliari e Nuoro – di nuovo protagonisti di accese proteste, stavolta non solo per i pasti, ma per chiedere un televisore in ogni camera e un pullman che li porti giornalmente a Cagliari.

Due di loro sono stati denunciati dai carabinieri. Lo scorso anno un gruppo di migranti ospiti dello stesso hotel aveva inscenato una rivolta, arrivando anche a spostare i cassonetti dei rifiuti per bloccare l’ingresso all’albergo.

Da qualche giorno circa trenta stranieri ora presenti nella struttura hanno ripreso a manifestare. Una protesta che avviene durante i pasti: si rifiutano di mangiare, qualche piatto gettato a terra e discussioni davanti alla tv. Per sedare le liti sono intervenuti i carabinieri che hanno anche rinforzato il dispositivo di controllo. ansa



   

 

 

3 Commenti per “Sadali: clandestini dell’hotel Janas pretendono Tv in ogni camera e servizio pullman”

  1. C’aggia’ ha di’.? Upesce buzza daì a’ capa.!

  2. La prima “regola” che fa questi clandestini provenienti da culture tribali, non integrabili è la “sregola” rispetto al Sistema giuridico occidentale.

    Per loro le regole stanno scritte nel Corano, e la interpretazione è data ad una casta e a figure eccellenti di essa, che decidono su basi religiose e tribali, i canoni dell’esistenza!

    L’uso della forza di gruppo è l’immagine di cooptazione che dà forza all’uomo raggruppato!

    Per questa gente la Giustizia passa attraverso le loro regole, e quindi attraverso i codici introiettati, in uso. Non di rado, infatti si regolano gli sgarbi, diretamente, personalmente, ma non attraverso lo istituzioni di tipo europeo.

    Questo spiega come i poliziotti spesso debbano farne le spese.

  3. Pretendono.??? la responsabilità di chi ha diffuso che in italia gli Taliani sono loro servi.”!!! (Non bastavano i Padroni-!!!)

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -