Romeno prende a testate la moglie incinta e le frattura il naso

 

Tornato a casa ubriaco, ha insultato e colpito la moglie incinta con una testata al volto, fratturandole il setto nasale, solo perché questa non aveva messo a posto la spesa e aveva deciso di riposare: per questo un operaio romeno di 41 anni è stato arrestato dalla polizia, a Terni, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia.

L’episodio è avvenuto in un appartamento alla periferia della città. A dare l’allarme al 113 è stata la giovane donna, anche lei romena.

Quando la volante è giunta sul posto l’ha trovata in strada, scalza e con il volto ricoperto di sangue. Madre di una bambina piccola e in attesa del secondo figlio, ha riferito agli agenti di essere stata colpita dal marito, dopo insulti e schiaffi, proprio davanti alla piccola. È però riuscita ad afferrare il cellulare e a scendere in strada, da dove ha telefonato al 113. Gli agenti hanno rintracciato l’uomo poco distante dall’abitazione ed è emerso che già in un’altra occasione aveva colpito la moglie nello stesso modo. ansa



   

 

 

1 Commento per “Romeno prende a testate la moglie incinta e le frattura il naso”

  1. Non passa giorno che questi extracomunitari e romeni, non facciano parlare di sé in cronaca.

    Al di là di qualsiasi considerazione antropologica od umanistica, io mi chiedo fino a quando dovremo subire questa catena infinita di violenza, IN CASA NOSTRA, complici i nostri politici, le autorità preposte e i vertici della piramide massonica eugenetica!?

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -