Filippine: militanti islamici uccidono un ostaggio canadese

 

ostaggi-canadesi

I militanti islamici di Abu Sayyaf, nelle Filippine, hanno ucciso un ostaggio canadese, Robert Hall, scaduto l’ultimatum per il pagamento del riscatto. Lo scrive il giornale “Philippine Daily Enquirer” riportato dal Messaggero, citando un portavoce del gruppo terroristico. Abu Sayyaf ha minacciato di uccidere oggi anche gli altri due ostaggi, un norvegese ed una filippina, se non verrà pagato il riscatto che hanno chiesto di 600 milioni di pesos, circa 13 milioni di dollari.

filippine-terror

Secondo il portavoce del gruppo terroristico, identificato come Abu Raami, è possibile ritrovare il corpo del cinquantenne Hall da qualche parte in un’area centrale dell’isola di Jolo, un migliaio di chilometri a sud di Manila. La notizia dell’esecuzione non viene per il momento confermata dall’esercito filippino: un portavoce militare ha detto di «non avere notizie dalle nostre unità sul terreno».

Hall era stato rapito il 21 settembre scorso in un raid terroristico contro un resort turistico. Insieme con lui i criminali avevano catturato un altro cittadino canadese, l’imprenditore John Ridsdel: l’uomo è stato decapitato ad aprile la sua testa è stata ritrovata dalla polizia nel villaggio di Jolo.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -