Il Killer di Orlando era iscritto al Partito democratico: arrabbiato per un bacio gay

 

OMAR MATEEN, IL KILLER TRENTENNE AMERICANO DI ORIGINI AFGHANE

La peggiore spoaratoria di massa della storia degli States è opera di Omar Seddique Mateen,  figlio di rifugiati afghani. Nato a New York nel 1986 e residente della città Port St.Lucie, in Florida, è anche iscritto al Partito democratico e, secondo la Cnn, era nella lista nera dell’Fbi degli simpatizzanti dell’Isis.

Lavorava come guardia privata per la sicurezza, era stato sposato e aveva un figlio di tre anni. Viveva a Fort Pierce, in Florida.

Per il padre del killer, all’origine della tragedia ci sarebbe stato un bacio tra due omosessuali. “Il movente religioso non c’entra nulla – ha detto alla Nbc Mir Seddique – ha visto due gay che si baciavano a Miami un paio di mesi fa ed era molto arrabbiato. Siamo scioccati come il resto dell’America”

Omar Mateen era conosciuto dall’Fbi ed era in una lista di presunti simpatizzanti dello Stato islamico (Isis). L’hanno riferito due agenti alla CNN.Non c’erano state indicazioni preventive che stesse pensando a un attentato e gli investigatori – secondo la CNN – non hanno ancora trovato prove che l’irruzione fosse collegata con lo Stato islamico.Mateen aveva 29 anni ed è stato abbattuto dalle forze di sicurezza. Era armato con pistole e un fucile d’assalto, secondo la polizia di Orlando.

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -