Autopsia: nessun malore per Buonanno, incidente per cercare il cell che squillava

 

Gianluca Buonanno sarebbe morto per una distrazione al volante. Il pubblico ministero, come riporta la Prealpina, ha dissequestrato il corpo dell’europarlamentare dopo l’autopsia.

buonanno-incidente

Dunque dai risultati non ci sarebbe stato alcun malore improvviso prima dello schianto. La causa del decesso sarebbe dovuta allo schiacciamento del torace e alle lesioni emorragiche interne. A questo punto la dinamica dell’incidente sulla Pedemontana costato la vita al leghista. Secondo la ricostruzione della PolStrada, Buonanno si sarebbe chinato per raccogliere il cellulare che stava squillando. Gli agenti sullo smartphone hanno trovato una chiamata senza risposta proprio negli stessi attimi dell’impatto. Buonanno non indossava le cinture di sicurezza e l’impatto con il volante è stato violento.

L’urto con la Mercedes parcheggiata in corsia d’emergenza. A bordo dell’altra auto c’erano un comasco e due turisti inglesi che dovevano raggiungere Malpensa. Buonanno si sarebbe chinato per raccogliere il cellulare e a quel punto, sempre secondo quanto racconta la ricostruzione della stradale, il leghista avrebbe perso il controllo dell’auto schiantandosi contro la Mercedes. Il pubblico ministero Luca Pisciotta ha dissequestrato la salma e dato il nullaosta per le esequie che verranno celebrate martedì alle 15.30 a Serravalle Sesia, nella frazione di Bornate. Nell’atrio del Comune di Borgosesia, di cui il cinquantenne era sindaco, verrà invece allestita la camera ardente già da lunedì e sarà aperta al pubblico dalle 16 alle 19.  IL GIORNALE



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -