Legittima difesa, Guerra giusta e Irrealtà

 

legittima-difesa

In tutte le cose che facciamo – in tutte le circostanze della vita – ognuno di noi – nessuno escluso – usa tutti i mezzi a disposizione per raggiungere ciò che ritiene il meglio. La giustizia su questa terra non può fare a meno del realistico uso della forza. Negarlo è un’invenzione retorica e basta. Energumeno massacra un bambino: che si fa? bacini? O la giustizia vuole che s’intervenga immediatamente per difendere il più debole secondo la legge e la morale? L’uso della forza fisica è solo uno dei mezzi della guerra.

La guerra – come hanno notato tutti i grandi maestri del pensiero – è presente in tutte le questioni umane: dall’innamoramento, ai monasteri, alle curie, alle facoltà universitarie, ai parentadi, alla politica internazionale, all’organizzazione culturale o di un condominio. Senza l’uso legittimo della forza il mondo sarebbe una totale bolgia di assatanati. Il mondo di oggi ha ferite, ingiustizie e tradimenti ma non è un inferno. E non lo è perché il bene “Frena” il male, anche con l’uso delle armi. Per fare un’azione giusta occorrono legittimità e giusta causa, mezzo adeguato e proporzionato, coraggio e umiltà.

Gli ipocriti e i malvagi si mascherano dietro la giustizia per sfruttare meglio le vittime. Ma questo non deve togliere la speranza di poter combattere per una vita migliore. La guerra giusta deve sottostare a questi criteri altrimenti giusta non è. Tuttavia eliminare il criterio della guerra giusta, oltre che un’ipotesi irrealistica, è una prassi ipocrita, che nessun pacifista ha mai seguito e mai seguirà. Infatti chi ama veramente – ed è una persona giusta – viene piuttosto crocifisso dai retori della pace e della giustizia. Mai conosciuto nessuno che non alzi la voce e a modo suo combatta per ciò che ritiene giusto. Mai è esistita e mai esisterà su questa terra un’utopica società della pace universale. E’ un sogno massonico, egocentrico e autoconsolatorio.

La pace è una forza spirituale della singola persona. Gli stati possono al massimo frenare il caos e la violenza illimitata. Questa è la guerra giusta: frenare la potenza del male nella società. Ma spesso frenando si eccede. ma chi è esente da difetti? La politica va ragionata con i mezzi della politica. E la politica internazionale è il luogo della guerra per eccellenza.

Un Popolo che non ha né eserciti né polizia è un Popolo suicida che sarà dominato e distrutto da un altro Popolo più realista e aggressivo. Non sarà certo la Pace a vincere.

Il singolo è sempre libero di non prendere le armi – ma se togliesse le armi ai suoi concittadini – si metterebbe dalla parte dei nemici. Ho conosciuto molte persone super pacifiste che, nella loro vita privata, erano di una prepotenza unica. Famosissimo è uno come Pannella, pacifista a senso unico e dittatore dove contava. siamo tutti sempre in guerra. E la guerra: o la si fa con realismo e amore, oppure la si subisce con utopismo e stupidità.

RdV



   

 

 

4 Commenti per “Legittima difesa, Guerra giusta e Irrealtà”

  1. Magnifico articolo!

  2. Sono completamente d’accordo.

  3. Finalmente un articolo che affronta questa stupidità buonista dilagante che alla fine pagheremo tutti.

  4. Pero’, se il nostro esercito e Polizia non possono sparare, a che cosa servono?

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -