Immigrato muore durante l’arresto. Agenti indagati per omicidio

 

“Un atto dovuto” fa sapere il tribunale ma per il momento i due agenti che hanno arrestato il camerunense Donald Fombu Mboyo, 30 anni, conosciuto dai connazionali come “Baba Jach”, si ritrovano indagati.

Mboyo

“Già dall’una era qui fuori, urlava “cocaina” – racconta un testimone oculare – voleva entrare dentro un appartamento sopra al Safari club, ma non c’era nessuno. Dopo è tornato e anche noi abbiamo chiamato il 113″

Mboyo , 30enne del Camerun, in evidene stato di alterazione aveva cercato di entrare in un appartamento sopra a un noto club di Conegliano. Molti hanno notato il suo atteggiamento: urlava e si dimenva per le strade della città. Per sedare l’uomo è intervenuta una volante di polizia, per un normale controllo. Alcuni testmoni riferiscono che gli agenti e un amico dell’uomo hanno provato a calmarlo senza però riuscirci. Mboyo ha provato a fuggire all’arresto finchè non si è accasciato a terra. I soccorsi, chiamati dai poliziotti, sono risultati inutili.

Sul corpo non ci sono segni di violenze da parte delle forze dell’ordine. Vicino al cadavere del camerunense, le due bottiglie di birra e whisky. Le analisi hanno riscontrato la morte per arresto cardiaco. Ma questo non è bastato al tribunale. Così, come riporta Il Gazzettino, i due agenti del Commissariato di Conegliano che hanno effettuato l’arresto, o almeno ci hanno provato, sono indagati dalla procura di Treviso per omicidio colposo.



   

 

 

1 Commento per “Immigrato muore durante l’arresto. Agenti indagati per omicidio”

  1. la prossima volta, anzichè chiamare la polizia, si faccia intervenire il procuratore & c.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -