Ucraina, la Savchenko accusata di preparare un golpe su ordine della Russia

 

Nadia-Savchenko

L’ex soldatessa Nadia Savchenko può diventare un leader nazionale e dopo il suo ritorno in Ucraina la politica non sarà più la stessa, ritiene il deputato della Verchovna Rada Vadim Rabinovich.

Penso che la Savchenko sia un fattore contro cui nulla possa essere fatto, credo che Putin l’abbia mandata per una rivoluzione in Ucraina“, — Rabinovich ha affermato in un’intervista al canale televisivo “112 Ukraina”.

Secondo il deputato, la Savchenko è uno dei principali candidati alla presidenza, che “riunisce tutti i patrioti.” La sua attività politica nel partito “Patria” infliggerà un duro colpo agli altri movimenti politici, in particolare al Partito Radicale di Oleg Lyashko. La leader di “Patria” Yulia Tymoshenko non avrà altra scelta, che “imparare a rassegnarsi al 2° posto”, ritiene Rabinovich.

Un tribunale russo aveva condannato la Savchenko a 22 anni di carcere, dopo averla giudicata colpevole per l’assassinio di 2 giornalisti russi di VGTRK in Ucraina orientale. Il presidente Vladimir Putin le ha concesso la grazia alla fine di maggio.

La Savchenko è stata eletta deputato del Parlamento ucraino nel partito “Patria” nell’autunno del 2014, quando era sotto inchiesta in Russia. Dopo la grazia e il ritorno a Kiev, si è messa a lavorare in Parlamento.

In pochi giorni la Savchenko è riuscita ad elaborare un disegno di legge in contrasto alla riforma della giustizia voluta dal presidente Poroshenko, ha definito i suo colleghi in Parlamento “studenti pigri” ed ha dichiarato di considerare i giornalisti dei “cani” e “sciacalli”.

it.sputniknews.com



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -