“Tutti a Raqqa”, operazione militare per riconquistare la capitale dell’Isis

 

siria-soldati

“Tutti a Raqqa”. E’ questo il nome di operazione militare che sta per lanciare il regime del presidente siriano Bashar al Assad per la riconquista di Raqqa, capitale dello Stato Islamico (Isis). E’ quanto riferisce oggi “Al Akhbar” un giornale libanese molto legato a Damasco che parla di un “potente ritorno in campo” di Mosca “che appoggerà dal cielo l’offensiva”, denominata “Tutti a Raqqa”.

Secondo le fonti del quotidiano, “da giorni le truppe dell’esercito siriano e delle forze alleate (Hezbollah libanesi ed iraniani” si stanno ammassando nella zona di Atharia nella provincia di Hama in attesa dell’ora x per la battaglia di Raqqa”. Ora x che in realtà sarebbe già scattata, in parte, alle prime ore di ieri con un’attacco “a sorpresa” sostenuto dal cielo da aerei russi su Al Tabaqah, cittadina della a sud-ovest di Raqqa a distante appena 40 chilomteri dal centro di Raqqa. L’operazione sulla seconda più grande città della provincia di Raqqa, “preparata da giorni vuole approfittare delle pressioni subite dai jihadisti a nord ed in Aleppo, mira a creare una teste di ponte” per le truppe di Assad e dei loro alleati nella roccforte del califfato.

L’offensiva “ha l’obbiettivo di raggiungere al Tabaqah” dove si troverebbe il grosso dell’arsenale di armi dei jihadisti “prima delle forze curde”, affermano le fonti del giornale. askanews

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -