Egitto, 17enne muore per emorragia dopo l’infibulazione

 

InfibulazioneUna ragazza di 17 anni è morta a causa di una grave emorragia che l’ha colpita dopo un intervento di infibulazione al quale era stata sottoposta in una clinica privata nella città costiera di Suez, in Egitto. Si tratta del primo caso di decesso per mutilazione genitale femminile dopo quello di una giovane di 13 anni nel 2013 in Egitto, rendono noto i funzionari della Sanità egiziana e i media locali. A gennaio il medico che attuò l’intervento è stato riconosciuto colpevole di omicidio colposo e condannato a due anni di carcere.

Le autorità sanitarie di Suez, che dista circa 120 chilometri dal Cairo, hanno ordinato la chiusura della clinica dove ha perso la vita la 17enne. Lo rende noto il sito del quotidiano al-Ahram, mentre vengono interrogati il medico che ha condotto l’intervento, una donna, il direttore della clinica e il personale medico coinvolto. I pazienti sono stati trasferiti in un altro ospedale.

”Si tratta di qualcosa che è vietato dalla legge”, ha detto il sottosegretario del ministero della Sanità Lotfi Abdel-Samee. Vietati dal 2008, gli interventi per le mutilazioni genitali femminili sono ancora molto diffusi in Egitto, soprattutto nelle zone rurali.

Il Consiglio nazionale per le donne egiziane ha condannato l’intervento, chiedendo ”misure rigide” per gli ”autori di queste operazioni criminali”. La questione è arrivata anche in Parlamento, dove molti deputati hanno chiesto di fare luce sulle violazioni.

Sui social media si è invece fatta sentire la rabbia delle amiche della vittima, che hanno contestato alla madre, un’infermiera, di aver costretto la figlia a sottoporsi all’intervento. ‘‘E’ morta per l’ignoranza e l’ottusità di sua madre, che considerava sua figlia come una colpa solo perché era una femmina”, ha scritto sulla sua pagina di Facebook una compagna di scuola della vittima. ADNKRONOS

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -