Migranti, mons. Perego: i morti chiedono all’Europa senza coscienza di agire

 

Perego I troppi morti in mare chiedono “all’Europa di ripensare un’azione forte”. Lo denuncia monsignor Giancarlo Perego, direttore di Migrantes, fondazione della Cei che si occupa di immigrati, profughi e rifugiati.

“Il punto – osserva all’Adnkronos – è che gli ultimi atti dell’Europa, i muri che continua ad innalzare vanno nella direzione di lasciare ad altri la responsabilità dell’accoglienza di tante famiglie in fuga. C’è stata una nuova strage di bambini, segnale che non ci sono solo uomini in fuga (in realtà i giovani maschi sono il 90% ed è inutile negarlo) ma intere famiglie che fuggono da guerre e disastri, ma sembra che l’Europa non senta sulla coscienza tutti questi morti”.

Non si capisce per quale motivo l’Europa debba sentire quei morti sulla coscienza, piuttosto dovrebbe sentirli l’OIM   Le migrazioni di massa e l’ente miliardario che le “promuove” (Oim)

In ogni caso, noi stiamo salvando aldulti che hanno lasciato affogare 50 bambini.

In ogni caso, don Perego non dice sulla coscienza di chi sono tutti i cristiani uccisi in quanto cristiani

Il direttore di Migrantes riflette anche sui dati dell’Alto commissariato Onu che segnalano che solo nell’ultima settimana nel nostro Paese ci sono stati oltre 13mila arrivi contro i 180 migranti approdati sulle isole greche. “Un dato – sottolinea mons. Perego – frutto non solo degli infausti esiti degli accordi Ue-Turchia ma anche dei muri che si stanno innalzando. I nazionalismi stanno facendo dell’Italia un Paese che rischierà di sopportare maggiormente l’accoglienza dei migranti”. Da qui la necessità “di piani di accoglienza. I corridoi umanitari – osserva il direttore dell’organismo della Cei in prima linea nell’aiuto di profughi e rifugiati – devono diventare prassi comune in maniera tale che si eviti quella che ormai è una tratta di esseri umani che va ad alimentare criminalità e terrorismo”. adnkronos

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -