Gli Usa finanziano jihadisti in chiave anti-russa, Kiev snodo del terrorismo islamico

 

usa-isis

di Gianni Petrosillo

Il sito di attivisti ucraini cyberberkut intercetta alcune email del deputato della Rada di Kiev (Andrei Bogdanovich). Viene alla luce un documento segreto. Il tema sono le forniture di armi ai terroristi islamici in Siria che da Kiev devono essere spostate verso Ryad e dalla Capitale saudita nelle roccaforti dei ribelli in territorio siriano. L’Ucraina si accredita come centro di smistamento di razzi, carri armati e sistemi contraerei per conto degli americani nei teatri di crisi, in funzione antirussa. Nella mail incriminata il deputato dice chiaramente al suo interlocutore che saranno gli stessi statunitensi a sbrogliare le cose con i partner europei, laddove dovessero emergere dei problemi con quest’ultimi. Il commento del parlamentare è di giubilo: “per i russi farà presto caldo!”.

Gli Usa creano e finanziano i jihadisti per combattere Mosca in qualsiasi scenario. Lo fanno inoculando il germe del terrorismo anche in Europa, costruendo Stati fantoccio alle nostre porte e a quelle russe. L’Ucraina non deve entrare a far parte dell’Unione. L’Ucraina deve essere rinormalizzata per il bene dell’Europa. Bruxelles e Mosca, di comune accordo, devono riportare l’ordine il quel paese disastrato prima che accadano cosa più gravi di quelle che già si vedono e si scoprono.

Poroshenko e la sua cricca devono essere tenuti a debita distanza . A debita distanza devono essere tenuti i miliziani ucraini e i gruppi parafascisti che vengono addestrati e armati apparentemente per creare problemi a Putin, più prosaicamente per portarci, a breve, il caos in casa. Occorre reagire al più presto, prima che cadano altri aerei, prima che esplodano altre stazioni, prima che si spari di nuovo a casaccio in qualche centro europeo, con decine e decine di morti. Chi non interromperà i rapporti con Kiev si renderà complice del sangue che verrà ancora versato per i piani americani di dominio del mondo. Oggi in Medio Oriente, domani dietro il nostro uscio.

Fonte Conflitti e Strategie



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -