Unhcr (ONU) contro la Grecia: trovare migliori alternative per i “profughi”

 

L’Alto commissariato Onu per i rifugiati (Unhcr) ha espresso oggi “seria preoccupazione per le condizioni al di sotto degli standard” di diversi siti nel nord della Grecia, dove i rifugiati e migranti sono stati evacuati questa settimana dal sito di Idomeni.

“L’Unhcr (che per i aiutare profughi in Grecia ha appena intascato 30 milioni di euro dalla UE)  esorta le autorità greche, con il supporto finanziario fornito dall’Unione europea, a trovare rapidamente migliori alternative“, ha detto a Ginevra la portavoce dell’agenzia dell’Onu per i rifugiati Melissa Fleming.

Se è vero che a Idomeni, un campo di fortuna, i rifugiati erano ospitati in pessime condizioni ed era necessario trasferirli altrove, le condizioni in alcuni dei siti dove sono portati rifugiati e immigrati sono “ben al di sotto gli standard minimi”, ha affermato.

Alcuni rifugiati sono stati trasferiti in depositi o fabbriche in stato di abbandono, all’interno dei quali le tende sono state disposte in modo troppo ravvicinato, c’è poca aria e le forniture di cibo, acqua, servizi igienici, docce e elettricità sono insufficienti. L’Unhcr, pur osservando che lo sgombero di Idomeni si è svolto senza ricorso alla forza, ha anche espresso preoccupazione per casi di famiglie che risultano separate dopo il trasferimento. (ANSAmed)

Questi sono i sedicenti profughi di cui si preoccupa l’ONU?  Grecia: gang di finti profughi gestiscono bordello a Idomeni

Grecia: i cittadini cominciano ad armarsi contro le violenze dei “profughi”

Grecia: il 70% dei sedicenti profughi è senza documenti

Grecia: proteste dei finti profughi a Lesbo – video

Grecia: (finti) profughi occupano terreni agricoli e bloccano l’autostrada

 

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -