Delegazione UE in Grecia per valutare le condizioni dei “profughi”

 

QUESTA E’ LA SITUAZIONE IN GRECIA

Negli ospedali di Atene che sono rimasti senza bisturi
«Non abbiamo i soldi per i letti della terapia intensiva. La spesa sanitaria è scesa di oltre il 60%. Carenze così marcate hanno un costo in vite umane»

I tagli dell’Europa uccidono la Grecia: «Io neurochirurgo non posso operare i malati di tumore»
«Non abbiamo i soldi per i letti della terapia intensiva. La spesa sanitaria è scesa di oltre il 60%. Carenze così marcate hanno un costo in vite umane». Lo stipendio del dottore è di meno di 2000 euro al mese, 700 il salario degli infermieri

Pensate che la UE si interessi dei poveri greci? Macché! Organizza invece una dispendiosa gita, in barba alla miseria e alla disperazione, per andare a controllare la condizione dei presunti profiughi!
grecia-pensionato

STRASBURGO, 27 MAG – Una delegazione dell’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa visiterà tra il 30 e 31 maggio una serie di campi per rifugiati ad Atene e sull’isola di Lesbo. “Lo scopo è di permettere ai membri dell’assemblea parlamentare di comprendere meglio le sfide che la Grecia deve affrontare, valutare la situazione in cui si trovano rifugiati, migranti e richiedenti asilo presenti nel Paese, oltre a come si sta dando attuazione all’accordo Ue-Turchia del 18 marzo”, afferma l’assemblea parlamentare in un comunicato stampa.

La delegazione, che comprenderà il presidente dell’assemblea parlamentare, Pedro Agramunt, si recherà il 30 maggio nei centri di Elliniko, Skaramagas e Eleonas situati ad Atene. Lo stesso giorno la delegazione incontrerà vari ministri, tra cui quello per le politiche migratorie, la difesa nazionale e la salute, mentre Agramunt incontrerà il primo ministro Alexis Tsipras. Il 31 maggio una parte della delegazione visiterà il campo di Schisto e il Porto del Pireo, mentre un gruppo più ristretto si recherà sull’isola di Lesbo per visitare il centro di ricezione e identificazione Moria, il centro Madamado, e il campo rifugiati Kara Tepe, e incontrerà i responsabili di Frontex. Le informazioni raccolte confluiranno in due rapporti che l’assemblea parlamentare discuterà e voterà durante la sessione plenaria che si terrà dal 20 al 24 giugno.

La visita in Grecia della delegazione dell’assemblea parlamentare è stata preceduta dalle visite di altri rappresentanti e organismi del Consiglio d’Europa – quella del rappresentante speciale del segretario generale per la migrazione e i rifugiati in marzo, di cui è già pubblico il rapporto, quella del Cpt in aprile, e quella dello stesso segretario generale del Consiglio d’Europa, Thorbjorn Jagland, che ha incontrato ieri il primo ministro e il Presidente della Repubblica e ha visitato il centro per minori non accompagnati di Petralona. (con fonte ANSAmed).

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -