Cassazione: il saluto fascista è reato

 

saluto-fascista

17 MAG – Fare il ‘saluto romano’ continua ad essere un reato in base alla legge ‘Mancino’ – nonostante ci sia qualcuno che lo ritiene un atto ‘neutro’, specie se non accompagnato da atti di violenza – perchè si richiama “all’ideologia fascista e a valori politici di discriminazione razziale e di intolleranza“. Lo sottolinea la Cassazione confermando la colpevolezza di sette ultrà friulani, prosciolti tuttavia per prescrizione: allo stadio di Udine dove il 10 settembre 2008 si svolgeva la partita Italia contro la Georgia dagli spalti avevano fatto il saluto fascista per tutta la durata dell’inno nazionale italiano e la Digos li aveva identificati.

Per essere punito, questo gesto, spiega la Cassazione, “non richiede che le manifestazioni siano caratterizzate da elementi di violenza”, perchè la legge Mancino svolge “una funzione di tutela preventiva” e fare il saluto romano “di per sè” è giustificativo della condanna. La prescrizione ha cancellato multe e condanne. (ANSA)



   

 

 

1 Commento per “Cassazione: il saluto fascista è reato”

  1. Theng Uh Salam

    Giusto ! Nettiamo dentro chi fa il saluto fascista e liberiamo i tagliatori di testa che preparano attentati in Italia ! Quello che è giusto è giusto!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -