Migranti, ONU contro la UE: “serve una strategia da qui a 10-20 anni”

 

Onu a Idomeni: “Europa miope sui migranti”

La Grecia fa il possibile, ma su profughi e migranti l’Europa è in clamoroso ritardo. Lo ha detto Francois Crepeau, inviato delle Nazioni Unite, nel corso del suo sopralluogo a Idomeni.

“C‘è una miopia di fondo a livello dell’Unione europea. Serve una strategia molto più strutturata e di lungo termine; una strategia sul fenomeno migratorio da qui a dieci o venti anni, sulle facilitazioni o sulla liberalizzazione dei visti, sulla circolazione attraverso le frontiere”.

Con la tensione in netta crescita negli hotspot, l’inviato dell’Onu ha espresso critiche all’accordo con la Turchia sui rimpatri: “è stato un passo avanti, ma non garantisce le soluzioni necessarie ai migranti”.

Su di loro, ha aggiunto, pesa piuttosto la mancanza di informazioni su questioni cruciali e l’incertezza assoluta del loro futuro.

Francois Crepeau ha infine sottolineato le cattive condizioni di vita negli hotspot e nei campi. EURONEWS



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -