In Italia nessuno si accorge dei jihadisti della porta accanto

 

 

Alice Brignoli, italiana convertita all’Islam, e Mohamed Koraichi, 31enne marocchino,vivevano in una casa popolare e ricevevano 1000 euro di sussidio al mese.

Sono partiti dalla Brianza, circa un anno fa, per arruolarsi tra le file dell’Isis, in Siria. Da lì tenevano contatti con aspiranti terroristi. Ad Abderrahim Moutaharrik, 28 anni, campione internazionale di kickboxing di origini marocchine, residente a Lecco, era stato ordinato di compiere un attentato in Italia. Nel mirino: Roma e il Vaticano. E a questa richiesta lui non aveva intenzione di sottrarsi. Pare che nessuno tra familiari, vicini e persone della comunità islamica, si sia accorto della radicalizzazione dei giovani. (Nicole Di Ilio)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -