Pentagono: Isis ha paura della coalizione a guida USA

 

Washington – Raqqa, l’autoproclamata capitale del cosiddetto ‘califfato’ in Siria, e’ stata sottoposta a “stato di emergenza” perche’ gli uomini dell’Isis si sentono minacciati e ritengono che sia imminente l’offensiva terrestre per snidarli: ne è convinto il Pentagono.

Il portavoce della missione americana contro l’Isis, Steven Warren, ha tenuto una teleconferenza da Baghdad in cui ha reso noto che l’intelligence ha rilevato che c’e’ stata “una dichiarazione di stato d’emergenza a Raqqa”.

Secondo il portavoce, l’Isis si e’ reso conto delle manovre militari delle Forze Siriane Democratiche, il gruppo che combatte il gruppo fondamentalista e il Fronte al Nusra, e della coalizione a guida americana; e ora sta riposizionando le postazioni e i miliziani. Tra l’altro, gli Usa dicono di dare ancora la caccia ad Abu Bakr al-Baghdadi, il terrorista iracheno – addestrato proprrio dagli USa a camp Bucca –  che potrebbe essere tuttora a Raqqa o nei dintorni, anche se l’intelligence non ha cessato di cercare il ‘califfo’ anche altrove. (AGI)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -