La Stampa tedesca preannuncia la cacciata dell’Italia dall’euro

 

euro

BERLINO – In Italia è in vigore – da quando governa il Pd – la regola non scritta ma applicata con ferrea pervicacia di non dare notizie scomode all’esecutivo Renzi, specialmente se provengono dall’estero. Così è “sfuggito” anche quanto scrive in prima pagina uno dei più autorevoli quotidiani tedeschi, il Die Zeit, che senza troppi giri di parole preannuncia la cacciata dall’Italia dall’euro con tutti i cataclismi che provocherà non solo nel Belpaese, anche in tutta Europa.

“Gli storici sanno spiegare in un modo o in un altro il crollo degli imperi: il piu’ delle volte succede per colpa di un allargamento geografico o militare – scrive oggi l’editorialista Jochen Bittner sul Die Zeit -. Ma qual e’ il fattore o la concatenazione di cause che potrebbe portare al tramonto dell’Europa Unita?”

A questa domanda che riempie da tempo il dibattito politico in Germania, mentre in Italia si è affacendati sull’elezione dei sindaci, fatto certamente rilevante ma altrettanto certamente di minore portata, confrontato all’orizzonte del crollo dell’Unione europea, il giornale risponde in un modo che non lascia spazio a fraintendimenti: la Germania prevede l’uscita dell’Italia dall’euro.

Scrive il Die Zeit: “Ad oggi, uno scenario appare assai plausibile: il 23 giugno prossimo i cittadini britannici potrebbero votare a favore della Brexit, l’uscita dall’Unione Europea. Il loro esempio indurrebbe anche altre nazioni a fare un’analisi dei costi e dei benefici dell’appartenenza al sistema comunitario. Tra questi paesi figura senza dubbio l’Italia, schiacciata economicamente dai vincoli comunitari e in prima linea di fronte ai flussi migratori estivi dal Nord Africa, senza che dai paesi europei vicini giunga un aiuto concreto. La situazione italiana è finanziariamente ed economicamente insostenibile, in queste condizioni”.

“Gia’ oggi – prosegue il Die Zeit – secondo un sondaggio, il 48 per cento dei cittadini italiani si dice a favore dell’uscita dalla Ue. Poiche’ l’Italia, diversamente dalla Gran Bretagna, e’ un paese dell’euro, un voto a favore dell’uscita dalla Ue creerebbe una reazione apocalittica sui mercati finanziari. Gli operatori di borsa potrebbe iniziare a speculare, e alcuni si stanno già organizzando in tal senso, contro l’appartenenza del Belpaese alla Ue, portando conseguentemente il paese fortemente indebitato a non potersi piu’ finanziare sui mercati”.

Evidentemente, questo scenario è reputato possibile, in Germania, e non una farneticazione rispetto la quale non è il caso di perdere tempo in analisi. Se non fosse così, la stampa tedesca che non indugia mai nei modi levantini fatti di sotterfugi e retroscena, non avrebbe neppure per sbaglio dedicato spazio alla possibilità che a breve, si parla di giugno 2016, l’Italia possa essere espulsa di fatto dall’eurozona.

“Nel caso – conclude il quotidiano tedesco – di un fallimento dell’Italia, i piani di salvataggio dell’euro non basterebbero. L’Italia dovrebbe uscire dall’Unione monetaria: situazione che scatenerebbe a sua volta una lunga serie di speculazioni sul successivo paese destinato all’uscita”.

Quindi, l’Italia è avvisata: il tempo sta per scadere.

Redazione Milano – IL NORD



   

 

 

2 Commenti per “La Stampa tedesca preannuncia la cacciata dell’Italia dall’euro”

  1. Accintentq tutti quelli che blaterno in italia di usxire dall’euro. ecc… ecc… Poi le conseguenze ; la colpa è degli altri.!

  2. E non solo l’uscita dal maledetto euro,ma anche(e soprattutto)l’uscita da quella fogna schifosa chiamata UE!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -