Forze speciali USA sono sul terreno in Libia già dalla fine 2015

 

13 MAG – Forze speciali americane sono sul terreno in Libia già dalla fine 2015, nella zona di Misurata e di Bengasi, con il compito di identificare potenziali alleati sul posto e raccogliere informazioni su possibili minacce, lavorando così ‘d’anticipo’ nell’eventualità di una offensiva contro l’Isis nel Paese. Lo scrive il Washington Post citando fonti ufficiali americane anonime.

Si tratta di due squadre e dimensioni contenute con non oltre 25 unità e, secondo alcuni ingenui, il fatto che siano dispiegate sul territorio confermerebbe il livello di preoccupazione dell’amministrazione Obama per il ramo libico dello Stato Islamico, così come rispecchia le diffuse aspettative di una estensione della campagna contro l’Isis.

Il Washington Post ricorda infatti come da mesi il Pentagono stia lavorando ai piani per una potenziale azione, considerato inoltre che si contano diverse migliaia di miliziani tra Sirte, 0 per esempio, e altre zone del Paese e la costante presenza di forze speciali – scrive – è il segnale di una accelerazione di una campagna militare. Fonti ufficiali americane sottolineano inoltre che le attività delle cosiddette “squadre di contatto” americane hanno luogo parallelamente a quelle delle unità d’elite di Francia e altri Paesi europei nella stessa zona.  (ANSAmed).

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -