Nigeria: “La Gran Bretagna restituisca i nostri beni derubati”

 

Buhari ha fatto sapere che chiedera’ “la resituzione degli asset” di Abuja congelati a Londra. Il presidente nigeriano si e’ impegnato dal suo insediamento ricordando che “ancor prima che il mio governo si insidiasse, il Regno Unito ha arrestato alcuni ex governatori alcuni degli Stati della Nigeria.

Muhammadu Buhari - nigeria

Muhammadu Buhari – nigeria

Lagos, 12 mag. – “Non voglio le scuse di nessuno. Voglio che la Gran Bretagna restituisca i nostri beni”. Con queste parole il Presidente nigeriano, Muhammadu Buhari, ha replicato alle parole del britannico David Cameron, secondo il quale l’Afghanistan e la Nigeria sono i Paesi piu’ corrotti al mondo.

Per Buhari Londra si deve mettere nei panni di “una donna che deve lasciare la Gran Bretagna e deve lasciare li’ il suo conto in banca e i suoi beni. Queste sono le cose che chiedo alla Gran Bretagna. Che me ne faccio delle scuse? Voglio qualcosa di tangibile”. Buhari ammette che “in pochi casi ci sono persone che minacciano la sicurezza nazionale, ma la Gran Bretagna deve facilitare il rimpatrio dei nostri beni rubati”.

Sulla corruzione Buhari afferma che “la nostra esperienza nazionale ci insegna che spesso chi si macchia di corruzione lavora gomito a gomito con cartelli criminali internazionali. Io chiedo che i beni rubati al nostro Paese, una volta provati i fatti, tornino senza ritardi al Paese di origine”.(AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -