Sniffa in classe, studentessa in ospedale

 

drogaASCOLI – Ha sniffato l’Oki, farmaco antinfiammatorio molto popolare, in classe. E ha rischiato grosso.

Una studentessa ascolana si è sentita male a scuola dopo aver sniffato l’Oki, che pare venga usato sempre di più anche come uno stupefacente. E’ successo al liceo biologico Mazzocchi a Pennile di Sotto ed è stato richiesto l’intervento dell’ambulanza del 118.

Dopo le prime cure si è reso necessario il trasferimento al pronto soccorso dell’ospedale Mazzoni dove è stata tenuta sotto costante osservazione per evitare che il farmaco potesse avere ulteriori effetti collaterali.

Gli adolescenti sniffano questo farmaco per sballarsi un po’, imitando almeno nel gesto la cocaina. “A parte un po’ di euforia iniziale non senti niente” dicono gli studenti, senza sapere che possono esserci seri rischi per la salute.

today.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -