Polacchi ubriachi sul battello, carabiniere gravemente ferito

 

Venezia – Ubriachi fradici sul battello Actv, si scagliano contro i carabinieri intervenuti per bloccarli. Violenta colluttazione a Venezia sabato sera, protagonisti tre polacchi completamente fuori controllo su un mezzo Actv della linea 5.2 proveniente dal Lido. La segnalazione arriva alle 19 da parte dei passeggeri: il vaporetto viene intercettato dai militari del nucleo natanti lungo canale della Scomenzera, all’altezza dell’imbarcadero di piazzale Roma Sant’Andrea.

Gli agenti fanno scendere i passeggeri, dopodiché salgono a bordo e si ritrovano davanti tre giovani visibilmente alterati: portati sull’imbarcadero, quest’ultimi cominciano a imprecare in polacco contro i militari, dopodiché passano ai fatti. Due di loro spintonano i carabinieri e tentano di colpirli con calci e pugni. Uno, per evitare l’arresto, si tuffa in canale e raggiunge a nuoto l’altra sponda, riuscendo a dileguarsi. L’altro invece ingaggia una violenta colluttazione con i militari, ferendone gravemente uno. Il terzo ne resta fuori.

Finalmente l’esagitato viene bloccato e ammanettato, poi accompagnato in caserma e infine al pronto soccorso. In ospedale anche il carabiniere ferito, cui viene diagnosticato il distacco di un tendine dell’avambraccio, con una lunga prognosi e la necessità di sottoporsi nei prossimi giorni a un intervento chirurgico per consentirgli di riprendere la piena funzionalità dell’arto.

Va meglio allo straniero, che se la cavava con qualche escoriazione giudicata guaribile in sei giorni. All’esito delle visite mediche risulta avere un tasso alcolemico superiore a 2. Terminate le formalità di rito il giovane (A.D., 27 anni) viene tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

veneziatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -