Grecia: questo non è un salvataggio, questa è tortura

 

Le nuove misure di austerità, approvate dal Parlamento di Atene, non serviranno a far rinascere la Grecia, ma ribadiscono l’assurda linea seguita finora.

grecia-poverta

A un Paese ormai esangue – tartassato da un’asuterità che ha fatto esplodere la disoccupazione e ucciso l’economia reale – si chiede di donare ancora più sangue e al contempo di correre ancor più veloce. Questo non è un salvataggio, questa è tortura, è depauperazione programmata e deliberata, talmente illogica che persino il FMI ora invoca una ristrutturazione del debito, a cui, come al solito, la Germania, con assurda protervia, si oppone.

Intanto la European School of Management and Technology ha dimostrato che questi piani qualcuno hanno salvato: le banche. Le cifre sono impressionanti: più del 95% dei 215,9 miliardi stanziati per pagare i debiti di Atene sono stati usati per salvare le banche greche. E per salvare i loro creditori: le banche francesi e tedesche. Con i soldi dei contribuenti europei e rifiutando una logica fondamentale del capitalismo, quella secondo cui è giusto far fallire gli insolventi. La Grecia era insolvente e doveva fare default, dunque occorreva che le banche facessero fronte a queste perdite. Ma non si è voluto e non perché alla troika importasse un granché il destino della Grecia e del suo popolo. Contava – e conta – solo proteggere i banchieri dai loro colossali errori di valutazione.

Ma coì non si fa che rimandare nel tempo un epilogo che è inevitabile. C’è da chiedersi cosa sarà rimasto del popolo greco, quando anche i tedeschi si arrenderanno all’evidenza. La situazione è drammatica. Andate a rileggere lo straziante appello di un intellettuale tutto d’un pezzo come Panagiotis Grigoriou. Sono passati quasi due mesi e la situazione è addirittura peggiorata.

dal blog di Marcello Foa – -  il Giornale



   

 

 

2 Commenti per “Grecia: questo non è un salvataggio, questa è tortura”

  1. Allo straniero potrai prestare a interesse, ma non al tuo fratello, perché il Signore tuo Dio ti benedica in tutto ciò a cui metterai mano, nel paese di cui stai per andare a prender possesso.
    …è ripugnante questo passo della Bibbia, specialmente il Dio-porc# che benedice i truffatori, ma solo se truffano gli stranieri.
    Ma come si fa a considerare “sacro” uno schifo del genere?

  2. Il”piano”va avanti come da tabella di marcia.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -