Abruzzo: 350mila persone in povertà

 

PESCARA, 10 MAG – In Abruzzo ci sono oggi oltre 350mila persone a rischio povertà di cui 50 mila sono minori. I dati sono stati diffusi dal segretario provinciale dello Spi-Cgil Paolo Castellucci, in occasione dell’assemblea Provinciale Unitaria dei Pensionati, promossa da Spi-Cgil,Fnp-Cisl,Uilp-Uil Pescara, per illustrare temi e proposte della piattaforma rivendicativa della manifestazione del 19 maggio a Roma. Intervenuta stamani a Pescara anche Lucia Rossi della Segreteria Nazionale Spi-Cgil.

Renzi: “farsi carico delle sofferenze dell’Africa”

“Abbiamo dei dati molto preoccupanti – ha detto Castellucci – anche per quello che riguarda l’indice di crescita della popolazione abruzzese con un indice di invecchiamento alto con una prospettiva statistica che dice che nei prossimi trent’anni avremo il 40% di ultra 65enni. La spesa sociale abruzzese – ha concluso – è di 61 euro pro capite rispetto a quella nazionale di 117 euro. Bisogna intervenire con misure per rilanciare l’occupazione ma anche rispondere ad una sottovalutazione del problema per gli anziani”. (ANSA)



   

 

 

1 Commento per “Abruzzo: 350mila persone in povertà”

  1. in italia; le regole sono scritte sopra la carta igenica. E’ piena di furbetti .
    Con un barcone ,Cercate di andare al largo . fatevi rimorchiare da una delle solite navi , naturalmente dopo aver buttato via ogni carta di ientità, Fare da profughi – può darsi che un pasto caldo ed un letto senza preoccupazioni lo rimediate.!!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -