Carabinieri minacciati al campo nomadi: “Vi spacco la macchina con la mazza”

 

I carabinieri fanno irruzione nel campo rom a sirene spiegate, le ruote delle gazzelle stridono sul ghiaino, i militari scendono per una perquisizione. Ma i nomadi non si fanno intimidire e anzi reagiscono aggredendo e minacciando le forze dell’ordine.

carabinieri-nomadi

Siamo in provincia di Treviso, fra i Comuni di Castelfranco e Vedelago. Nel corso di un’operazione che ha visto coinvolti oltre trenta carabinieri delle compagnie di Castelfranco e del Noe di Treviso, sono state denunciate diversi nomadi per abusi edilizi, abbandono di rifiuti, scarico di acque reflue senza autorizzazione. Inoltre a Vedelago altri rom sono stati denunciati per ricettazione, dopo che nel campo sono stati trovati alcuni dischetti da playstation che con ogni probabilità erano stati rubati.

Ma non è tutto. Proprio a Vedelago un cinquantenne nomade non ha preso bene la “visita” dei carabinieri e si è messo a minacciare i militi dell’Arma: “Vi spacco la macchina con la mazza”. Immediatamente è scattata la denuncia per minacce, che va a sommarsi agli altri capi d’accusa.

I raid, ricorda però il Gazzettino, non sono finiti qui: “Questo è solo il primo controllo – spiega il capitano Alessandro Albiero – perché stiamo già preparando altri controlli su altri campi nomadi della Castellana”



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -