Bruxelles: giudice libera il terrorista che ha decapitato un uomo in Siria

 

belgioMalgrado il Belgio sia stato violentemente colpito dal terrorismo di recente, l’atteggiamento morbido nei confronti dei terroristi continua.

La scorsa settimana, un giudice di Bruxelles ha rifiutato l’arresto di un uomo condannato per la partecipazione a un gruppo terroristico e per aver ammesso la decapitazione di un uomo in Siria. Il colpevole circola quindi liberamente a Bruxelles.

Iliass Khayari, 25anni, durante una conversazione telefonica con Het Laatste Nieuws ha ammesso di aver decapitato un uomo. “Era un eretico” ha detto al suo interlocutore. “Era un nemico di Allah. Ecco perché gli ho tagliato la testa.”

Al processo per la partecipazione a un gruppo terroristico, Khayari è stato condannato a cinque anni di carcere, la metà sospesa. L’accusa aveva chiesto il suo immediato arresto, ma il giudice lo ha considerato superfluo. Khayari rimane libero fino a quando non sarà terminato il tempo per fare ricorso contro la sua condanna.

Pertanto, poiché la sentenza non è definitiva, l’uomo può muoversi liberamente e potrebbero volerci mesi prima che diventi definitiva.

www.7sur7.be

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -