Orrore in Iraq, scoperte 50 fosse comuni: “Crimini atroci dell’Isis sugli Yazidi”

 

Cinquanta fosse comuni sono state scoperte in alcune zone dell’Iraq fino a poco tempo fa controllate dall’Isis. Lo rivela l’inviato dell’Onu Jan Kubis al Consiglio di sicurezza parlando di “prove dei crimini atroci” commessi dai jihadisti.

yazidi-isis

La scoperta – riferisce la Bbc – è avvenuta negli ultimi tempi dopo che le aree sono passate sotto il controllo di Baghdad. In una delle fosse, a Ramadi, c’erano almeno quaranta corpi. Resti umani trovati anche a Sinjar, Anbar e Tikrit. Le vittime sarebbero membri di tribù della minoranza yazidi, soldati e donne.

L’esercito iracheno ha ripreso il controllo di alcune zone di Ramadi nel dicembre del 2015 dopo essere state in mano all’Isis da maggio dello stesso anno. Alcune sacche di resistenza sono rimaste fino a febbraio quando la città è stata definitivamente riconquistata dai soldati. Secondo Kubis, nonostante “i progressi costanti e notevoli” contro l’Isis, il gruppo rimane ancora un nemico forte che regola costantemente le tattiche e gli attacchi”.

“Condanno nei termini più forti possibili le continue uccisioni, rapimenti, stupri e torture dell’Isis che possono costituire crimini contro l’umanità, crimini di guerra e anche genocidio”, ha detto l’inviato dell’Onu il quale ha sottolineato che la crisi umanitaria dell’Iraq rimane una delle più gravi al mondo.

today.it



   

 

 

1 Commento per “Orrore in Iraq, scoperte 50 fosse comuni: “Crimini atroci dell’Isis sugli Yazidi””

  1. Ivaldo Casali

    Le stesse atrocità che si sono verificate in Italia dopo il 25 aprile 1945 e negli anni successivi!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -