Calderoli: “La feccia dell’Italia si è radunata al Brennero”

 

Tensione alta ieri al Brennero alla manifestazione di centri sociali e anarchici contro la chiusura del confine.

I dimostranti hanno attaccato  le forze di polizia, feriti 3 carabinieri e un agente. Poi si sono spostati sull’autostrada. La linea ferroviaria è stata bloccata. Successivamente i manifestanti sono stati dispersi. Decine di fermi, cinque italiani arrestati

“La feccia dell’Italia si è radunata al Brennero, la stessa feccia degli scontri No Tav, delle devastazioni di qualche anno fa a Roma, della devastazione dello scorso 1 maggio a Milano, gli stessi delinquenti che hanno scatenato la guerriglia a Bologna contro Matteo Salvini”. Lo afferma il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli.

“Un esercito di 500 incappucciati con caschi neri, mazze, spranghe, pietre e soprattutto tanto materiale esplosivo lanciato e fatto scoppiare contro i poliziotti italiani”, prosegue Calderoli. “Intanto complimenti ai nostri agenti che li stanno respingendo con manganellate e lacrimogeni ed evitare che arrivassero in territorio austriaco. Le immagini arrivate dal Brennero sono impressionanti per la violenza scatenata da questi teppisti dai volti coperti”. “Ma adesso basta: sotto quei cappucci, quei passamontagna, quei caschi, ci sono sempre gli stessi noti violenti, cosa aspettano le autorità italiane a prenderli e sbatterli in galera?” ansa



   

 

 

1 Commento per “Calderoli: “La feccia dell’Italia si è radunata al Brennero””

  1. Calderoli ha usato un eufemismo!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -