Calderoli: “La feccia dell’Italia si è radunata al Brennero”

 

Tensione alta ieri al Brennero alla manifestazione di centri sociali e anarchici contro la chiusura del confine.

I dimostranti hanno attaccato  le forze di polizia, feriti 3 carabinieri e un agente. Poi si sono spostati sull’autostrada. La linea ferroviaria è stata bloccata. Successivamente i manifestanti sono stati dispersi. Decine di fermi, cinque italiani arrestati

“La feccia dell’Italia si è radunata al Brennero, la stessa feccia degli scontri No Tav, delle devastazioni di qualche anno fa a Roma, della devastazione dello scorso 1 maggio a Milano, gli stessi delinquenti che hanno scatenato la guerriglia a Bologna contro Matteo Salvini”. Lo afferma il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli.

“Un esercito di 500 incappucciati con caschi neri, mazze, spranghe, pietre e soprattutto tanto materiale esplosivo lanciato e fatto scoppiare contro i poliziotti italiani”, prosegue Calderoli. “Intanto complimenti ai nostri agenti che li stanno respingendo con manganellate e lacrimogeni ed evitare che arrivassero in territorio austriaco. Le immagini arrivate dal Brennero sono impressionanti per la violenza scatenata da questi teppisti dai volti coperti”. “Ma adesso basta: sotto quei cappucci, quei passamontagna, quei caschi, ci sono sempre gli stessi noti violenti, cosa aspettano le autorità italiane a prenderli e sbatterli in galera?” ansa



   

 

 

1 Commento per “Calderoli: “La feccia dell’Italia si è radunata al Brennero””

  1. Calderoli ha usato un eufemismo!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -