San Camillo, si infila nel letto di una paziente: marocchino fermato per violenza sessuale

 

E’ stato trovato questa mattina nel letto di una paziente ricoverata presso l’ospedale romano San Camillo. Gli agenti della Polizia intervenuti sul posto, subito chiamati dal personale medico della struttura, hanno fermato e identificato un marocchino di 44 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine. Accompagnato al commissariato di Monteverde, diretto da Antonio Roberti, l’uomo è stato sottoposto al fermo di Polizia Giudiziaria per violenza sessuale.

Secondo il racconto della direzione della struttura sanitaria, le molestie sarebbero state sventate grazie all’intervento di una infermiera. ”Questa mattina intorno alle 5.30 un’infermiera in turno al secondo piano del padiglione Lancisi – si legge in una nota della Direzione di Neurochirurgia del San Camillo – mentre effettuava il continuo e assiduo controllo dei 19 pazienti dislocati in sei stanze” ha notato che un paziente non si trovava nel suo letto. L’infermiera ha allertato immediatamente gli altri tre operatori presenti, il medico di guardia, la vigilanza interna e la polizia. Simultaneamente gli operatori hanno avviato un controllo di tutti i locali del piano.

L’uomo è stato trovato subito dopo “appoggiato al letto di una paziente”. Il 44enne, “ricoverato per una frattura alla schiena, con storia di tossicodipendenza e in trattamento di terapia sostitutiva”, fino all’arrivo della Polizia è stato sorvegliato dall’operatore socio-sanitario presente in turno.

Massima attenzione è stata riservata alla donna “presa in carico dagli infermieri e accompagnata dal medico per essere sottoposta a visita specialistica”. Sul luogo è intervenuta “la polizia scientifica per tutti i rilievi del caso. E’ grazie alla tempestività e ai rigorosi controlli effettuati dal personale infermieristico e di supporto che hanno mostrato competenza e professionalità – conclude la nota – che si è potuto scongiurare un grave episodio di violenza, che avrebbe potuto avere pesanti ripercussioni sulla vita della signora coinvolta e sulla tranquillità degli altri pazienti”. ADNKRONOS



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -