La donna che vuol far credere di aver fermato i “nazisti”

 

svezia-Tess-Asplund

Tess Asplund, grazie ai media e ad un fotografo famoso, si è messa in testa di essere diventata uno dei simboli della resistenza all’ascesa dei movimenti di destra in Scandinavia. La foto di questa esaltata 42enne svedese che, con il pugno alzato (e protetta da una schiera di poliziotti) , domenica si è opposta  alla marcia dei 300 nazional socialisti dell’Nrm (Nordiska motståndsrörelsen) che si erano dati appuntamento a Borlange, nella Svezia centrale, sta facendo il giro del web.

Tess-Asplund

“E’ stato un impulso, ero arrabbiata, così sono scesa in strada. (Notate, d’impulso, è scesa in strada con giacca di pelle, borsa e orecchini!). Ho pensato, non possono marciare qui, nessun nazista marcerà qui”, ha raccontato la Asplund al Guardian nel ricordare il momento immortalato nello scatto del famoso fotografo David Lagerlof, che probabilmente era lì apposta per immortalare la performance e usarla per rimbambire i cervelli fragili che popolano la rete e i media europei.

fotografi pronti a riprendere la scena

fotografi pronti a riprendere la scena

La Asplund, oltre che incompetente, è anche una povera illusa, perché se fosse trattato di veri nazisti – O DI CENTRI SOCIALI -, col cavolo sarebbe riuscita fermarli! Invece ha semplicemente fermato delle persone pacifiche che, a quanto pare, non volevano fare del male a nessuno, neanche ad un’esagitata a pugno alzato come lei. Difatti si sono fermati ed hanno lasciato che l’esibizione si fosse portata a termine e il paparazzo facesse la sua parte.

Ora la Asplund, in un impeto di megalomania, teme addirittura che la notorietà (ma chi crede di essere diventata???) la esponga a qualche rappresaglia. “Voglio pace e tranquillità, questi tizi sono grossi e pazzi“, ha detto l’esaltata con manie di protagonismo. La donna non sa, o finge di non sapere, che in Svezia VERI PROBLEMI sono altri. Eccone alcuni:

Svezia: orrore al centro di accoglienza, profugo minorenne uccide la responsabile

Svezia, legami con i fondamentalisti: si dimette ministro ecologista

Svezia: i profughi hanno trasformato le piscine pubbliche in un inferno

Svezia: 19enne sgozzato in un centro per “rifugiati”

Svezia: Gangs di musulmani terrorizzano 55 Zone. Polizia impotente

Svezia, cristiani attaccati dagli islamici: case marchiate, “convertitevi o morirete”

Svezia: 14 miliardi di dollari l’anno per l’immigrazione, uno Stato fallito

La propaganda della Asplund, che casualmente ha trovato lì un fotografo professionista che la immortalasse durante l’esibizione,  giunge in una fase in cui la destra in Svezia è in piena ascesa. Il partito nazionalista e anti immigrati dei Democratici Svedesi, ago della bilancia in Parlamento, ottiene tra il 15% e il 20% dei consensi.



   

 

 

2 Commenti per “La donna che vuol far credere di aver fermato i “nazisti””

  1. Gianfranco Guzzardi

    Scusate, ma perchè la indicate come svedese se appartiene ad altra etnia?

  2. Prova a fare la stessa cosa con anarchici e centri sociali – e poi facci sapere come va a finire

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -