Austria: immigrato condannato 18 volte uccide una donna a sprangate

 

Vienna. Un richiedente di 41 anni proveniente dal Kenia ha ucciso una donna nella notte tra mercoledì e giovedì a colpi di bastonate. Secondo quanto riportato dalla Kronen Zeitung, la vittima è una donna di 54 anni, stava andando al lavoro insieme ad una collega.

austria-police

Riportando un comunicato della polizia, il giornale scrive che la signora e la sua collega erano appena uscite dalla macchina quando l’assassino è andato loro incontro armato di una spranga di ferro”. Per evitarlo le due donne hanno cambiato lato della strada, ma il keniano l’ha seguita e iniziato a colpire ripetutamente la vittima.

Durante l’aggressione la seconda donna si è messa in salvo e ha chiamato la polizia. I motivi dell’aggressione sono ancora sconosciuti. Terminata la violenza l’assassino ha cercato di dileguarsi, ma è stato catturato pochi minuti dopo dalla polizia, alla quale non ha opposto resistenza.

Il keniano non era sconosciuto alle forze dell’ordine, secondo le quali viveva in Austria illegalmente già dal 2010 ed era già stato condannato diverse volte per crimini minori, come taccheggio, furto e violenza privata. Nel 2015, poi, aveva già aggredito un ragazzo di 21 anni sempre con una spranga di ferro. Le condanne da lui collezionate in cinque anni sono addirittura 18. Eppure si trovava a piede libero.  IL GIORNALE



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -