Antiterrorismo, Roberti: migranti a rischio radicalizzazione

 

antiterrorismo-robertiLECCE, 5 MAG – “Il rischio qui in Puglia e nel Salento è che chi arriva come migrante possa poi avviare un percorso di radicalizzazione. I terroristi definiti come tali, non si mimetizzano con i migranti, però il rischio c’è e lo abbiamo verificato anche con le ultime indagini milanesi che chi arriva come migrante possa poi avviarsi verso la radicalità“.

Lo ha detto a Lecce il Procuratore azionale antimafia, Franco Roberti, a margine della firma del protocollo antiterrorismo a Palazzo di Giustizia con le Procure del distretto di Lecce, Brindisi e Taranto. “I fatti finora ci dicono – ha aggiunto – che un terrorista che arriva per fare attentati in Europa non si infiltra tra i migranti, salvo un paio di casi che sono poco significativi rispetto al flusso di migranti che arriva ogni giorno in Europa”. “La rotta adriatica sta di nuovo prendendo piede”, “al momento non c’è un reale pericolo – ha concluso – perchè la nostra attività di prevenzione finora ha funzionato molto bene, abbiano prevenuto possibili attacchi”. (ANSA)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -