Obama dichiarerà lo Stonewall Inn “monumento nazionale ai diritti gay”

 

obama-gay

Il presidente Usa Barack Obama si prepara a dichiarare lo Stonewall Inn, storico bar frequentato dalla comunità omosessuale di New York, primo monumento nazionale per i diritti dei gay. Il presidente, secondo la stampa Usa, potrebbe prendere l’iniziativa già a giugno, intanto lunedì saranno nella Grande Mela il sottosegretario agli Interni Sally Jewell, il direttore del Servizio parchi nazionali Jonathan Jarvis e altri funzionari di Washington per discutere della proposta. Il monumento comprenderà un piccolo parco e l’area circostante lo Stonewall Inn, che si trova nel Greenwich village.

Negli Usa ci sono oltre 400 siti protetti per il loro valore storico o naturalistico, e gestiti dal Servizio parchi nazionali, ma lo Stonewall sarebbe il primo a diventarlo per il suo ruolo nella lotta dei diritti gay. Il bar, da sempre centro di cultura omosessuale, fu al centro di proteste e rivolte nel giugno 1969. I disordini scaturirono da un raid della polizia nel locale e rappresentarono la scintilla che diede vita al movimento e i diritti degli omosessuali americani. Obama ha spesso parlato del significato dello Stonewall Inn, anche durante il suo secondo discorso d’insediamento nel 2013. Il bar è diventato lo scorso anno sito storico tutelato dal comune di New York. (askanews)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -