Richieste di asilo respinte, immigrati bloccano la strada per Castiglione

 

LONATO. Una ventina di richiedenti asilo, ospitati dall’albergo Alligalli, ha bloccato per un paio di ore via Cominello, la strada che collega Lonato a Castiglione delle Stiviere. Utilizzando alcuni cassonetti della spazzatura e dei tavolini, i migranti hanno bloccato il traffico.

protesta-immigr-lonato

Un protesta organizzata in fretta e furia per manifestare un malessere che pare essere molto diffuso tra i sedicenti profughi, quasi tutti africani, ospitati in hotel. “Campo prigione”, “È troppo, troppo, siamo stanchi dell’Alligalli: i nostri cuori soffrono”, si legge sui cartoni della pizza utilizzati come cartelloni dai richiedenti asilo.

Sostenuti dagli attivisti del collettivo antagonista gardesano, lamentano una scarsa considerazione da parte delle istituzioni e le molte carenze della struttura che li ospita. A loro dire, non gli verrebbe consegnato il pocket-money (i famosi 2,50 euro giornalieri) e le loro richieste di assistenza medica e legale non sarebbero state accolte dal proprietario dell’albergo.

Ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata il respingimento da parte della Prefettura di due richieste d’asilo, ed il conseguente allontanamento coatto di due migranti dalla struttura, che si sarebbe verificato ieri.

Dopo quasi due ore di trattative, i carabinieri di Desenzano, giunti immediatamente sul posto, sono riusciti a sbloccare la situazione e a consentire la riapertura della strada. Intorno alle 11 sono infatti arrivati dalla città alcuni funzionari della Prefettura, che hanno ascoltato le varie richieste, spiegando ai manifestanti il funzionamento della legge in materia di accoglienza e promettendo un nuovo incontro con un avvocato, per fare chiarezza sulle procedure di richiesta d’asilo politico.

bresciatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -