Torino: fendenti al collo con una bottiglia rotta, arrestato marocchino

 

Un tratto di strada da anni oggetto di discussione, quello di via Carlo Alberto nella zona comprendente la Sisal Matchpoint e il Lidl, dove anche ieri si è consumato un episodio a dir poco increscioso.

Tutto ha inizio all’interno della sala scommesse, dove scoppia una lite tra un 32enne rumeno e un 40enne marocchino. I due vengono alle mani e, una volta fuori dal locale, il nordafricano prende i cocci di una bottiglia rotta e colpisce la vittima con violenti fendenti al collo, per poi scappare via.

Sul posto intorno alle 22 interviene la polizia che, dopo aver soccorso il 32enne – il quale stava perdendo molto sangue – si mette subito all’inseguimento dell’aggressore, segnalato con indosso un gubbino con la scritta “Yankees”. Intuendo che l’uomo possa dirigersi verso Porta Nuova e far perdere le sue tracce, gli agenti iniziano a perlustrare la zona della stazione e, grazie anche ad alcuni testimoni, lo sorprendono in piazza Carlo Felice. L’uomo, ancora con le mani sporche di sangue, ammette immediatamente il fatto e viene arrestato per lesioni pluriaggravate. Accertamenti successivi confermano poi i suoi numerosi precedenti di polizia.

Per quanto riguarda la vittima, fortunatamente le lesioni non hanno interessato le arterie e, pertanto, se la caverà con 18 giorni di prognosi.

torinotoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -