Egitto: forse Regeni era una spia, problema di fiducia con l’Italia

 

Il vicepresidente della Camera dei rappresentanti del Cairo, Soliman Wahdan, ha lanciato l’ipotesi che Regeni potesse essere una “spia”, spiegando che se cio’ fosse dimostrato “si creerebbe un problema enorme tra l’Italia e l’Egitto”.

Nel corso di un intervento nella trasmissione “Studio al Nowab” sull’emittente televisiva privata “Ten Tv”, Wahdan ha detto che “l’Egitto e’ uno stato di diritto e lavorera’ per trovare i responsabili e giudicarli. Se pero’ fosse dimostrato che Regeni era una spia si creerebbe un problema enorme tra l’Egitto e l’Italia. La fiducia tra i due paesi verrebbe meno”.

L’insistenza con cui il Regno Unito chiede la verita’ sull’omicidio del ricercatore italiano ha provocato il “mal di testa” al parlamentare egiziano pro-governo, Mustafa Bakry. Lo ha detto lo stesso deputato, giornalista e anchorman egiziano, al programma Haqae’q wa Asrar (I fatti e i segreti) sull’emittente televisiva privata Sada al Balad (La voce del Paese). “Ci state facendo venire il mal di testa ogni giorno per l’omicidio Regeni. E allora il nostro paese vuole sapere cosa e’ successo a Mikhail”, ha aggiunto il parlamentare, in riferimento al cittadino egiziano Sherif Mikhail, ritrovato morto carbonizzato nel Regno Unito in circostanze da chiarire. “Il popolo egiziano si indigna per il caso di Mikhail, cosi’ come la presidenza e il governo”.

Il procuratore generale egiziano, Nabil Sadeq, ha ordinato oggi di condurre indagini in merito alle morti di due cittadini egiziani avvenute all’estero, una nel Regno Unito e l’altra negli Usa. Secondo il quotidiano “al Ahram”, si tratterebbe nello specifico del cittadino egiziano Mohamed Roshdy, trovato esanime in una discarica negli Stati Uniti “con segni di torture”, e di Mikhail “morto carbonizzato” in Gran Bretagna. (AGI)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -