Migranti: Sel, Rifondazione comunista e centri sociali protestano al Brennero

Al Brennero si è svolta la solita gazzarra dei centri (a)sociali dell’Emilia-Romagna per la libera circolazione di tutti e contro la costruzione di barriere per scongiurare l’arrivo dei profughi. All’esibizione immigrazionista hanno aderito Sel e Rifondazione comunista. Presenti anche vari parlamentari, tra cui Florian Kronbichler.

I manifestanti sono arrivati con cinque pullman e sono entrati in territorio austriaco, dove sono schierati più di 300 agenti della polizia austriaca, portando con sé dei canotti. Con lo spiegamento di forze, cosí massiccio, l’Austria cerca di evitare i disordini che si erano creati nella manifestazione del 3 aprile, a seguito dei quali erano rimasti feriti due agenti austriaci.

Momenti di tensione tra manifestanti e forze di polizia. Gli esagitati mascherati, dotati di poca fantasia,  gridavano il solito slogan: “Via, via la polizia” ed hanno aggredito gli agenti con gli ombrelli.

Uno degli organizzatori è stato fermato e condotto in caserma. Si chiama Giampiero Di Pieri ed è stato preso da una pattuglia di poliziotti e trascinato via. Portato in una caserma dalla polizia austriaca, è stato rilasciato poco dopo.

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -