Germania, migliaia di persone in piazza ad Hannover contro il Ttip

 

 

Alla vigilia della visita di Barack Obama a Hannover, in Germania, decine di migliaia di persone sono scese nelle strade del capoluogo della Bassa Sassonia, per protestare contro il Trattato commerciale che viene negoziato da Stati Uniti e Unione europea.

Diverse, ma pur sempre rilevanti, le stime sul numero dei partecipanti: 35mila secondo la polizia, 90mila secondo gli organizzatori dell’iniziativa.

Simone Peter, co-presidente del partito Verde, afferma che il trattato, denominato Ttip, preoccupa non solo i tedeschi e gli europei, ma anche gli americani. “Il nostro messaggio per Obama – dice – è che siamo al fianco della società civile negli Stati Uniti”.

“Diverse ong – sostiene l’attivista Hanni Gramann – hanno avuto accesso ai documenti, ad esempio a quelli del Trattato di libero scambio tra Unione europea e Canada, e possiamo dire che i nostri non sono soltanto timori. E’ un fatto che le multinazionali avranno diritti speciali e che il principio di precauzione non sarà più rispettato. Questi sono fatti”.

Il Ttip sarà tra i temi che verranno affrontati nell’incontro di domenica tra Obama e Angela Merkel, alla grande Fiera dell’Industria di Hannover. Entrambi hanno già difeso il valore dell’accordo, dicendosi convinti che contribuirà a creare posti di lavoro e a migliorare gli standard di vita su entrambe le sponde dell’Atlantico. EURONEWS



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -