Siria: scoperto arsenale Isis, 12mila ordigni alle porte di Palmira

 

armi-isis2

SIRIA – Era alla periferia di Palmira, la città archeologica liberata poche settimane fa dall’esercito siriano: è il deposito segreto in cui era custodito il maxi-arsenale dell’Isis. Secondo quanto si apprende dal portavoce del ministero della Difesa russo, il generale Igor Konashenkov, nel deposito sono stati ritrovati oltre 12 mila ordigni: mine di grosso calibro, anticarro e antiuomo, e pezzi di artiglieria pesante. L’alto ufficiale ha spiegato che quello trovato e “uno dei più grandi arsenali dello Stato Islamico scoperti finora”: il deposito serviva per stoccare esplosivi che sarebbero dovuti essere usati non solo a Homs ma anche in tutta la Siria.

armi-isis

IL DEPOSITO – Il perimetro era protetto da nove mine piazzate “in maniera professionale”. Inoltre “nel magazzino si trovavano un migliaio di detonatori elettrici e comandi radio, utilizzati per ordigni esplosivi improvvisati”. L’arsenale è stato individuato “nello svolgimento della ricognizione tecnica alla periferia di Tadmor da esperti russi del Centro Internazionale Mine”, era “ben mascherato” ed è stato “scoperto attraverso l’uso di attrezzature speciali”, ha specificato l’alto ufficiale. Gli ordigni esplosivi verranno trasferiti in “un luogo sicuro per lo smaltimento”.

today.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -