Egitto, al Sisi: si e’ innescato un “sistema infernale” per rovesciarci

 

sisi-obamaIl Cairo – A due giorni dalle accuse lanciate alla stampa sul caso di Giulio Regeni, il presidente Abdel Fatah al Sisi ha attaccato nuovamente i media e i social del suo Paese, denunciando che in Egitto si e’ innescato un “sistema infernale” per far sprofondare il paese in un caos di proteste senza fine. Questa volta a scatenare l’ira del generale sono le proteste contro il trasferimento all’Arabia Saudita della sovranita’ delle isole Tiran e Sanarif, nel Mar Rosso, pochi chilometri a Est della Penisola del Sinai, definito una un’umiliante concessione fatta in cambio di denaro e promesse di aiuti finanziari e investimenti per consentire al presidente di rimanere in carica.

Durante una visita al Monte Galala, nell’area di Suez, dove si e’ recato per seguire progressi di un progetto di sviluppo, al Sisi ha assicurato di non essera “mai stato preoccupato delle cospirazioni esterne. Cio’ che mi preoccupa davvero – ha sottolineato, citato dal quotidiano filo-governativo al Ahram – e’ l’esistenza di un sistema interno per capovolgere questo Paese”.

Il ministero dell’Interno aveva ammonito dal manifestare, minacciando “provvedimenti”. Le autorita’ hanno chiuso la stazione della metropolitana “Sadat”, al Cairo,per scoraggiare eventuali manifestazioni di protesta aPiazza Tahrir. Cio’ non ha impedito ai manifestanti di raggiungere la centrale piazza della capitale, epicentro delle proteste della primavera araba del 2011. Ma sono stati accolti dalle forze di sicurezza che li hanno dispersi con i gas lacrimogeni. Secondo quanto riferito dal quotidiano “al Masry el Youm”, 12 persone sono state arrestate, tra cui un giornalista che sarebbe pero’ stato rilasciato. Ad Alessandria sono state arrestate 15 persone durante le proteste. (AGI)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -