Egitto: 60 imprese francesi in processione da Al Sisi

 

Francois Hollande

Oltre 60 imprese francesi parteciperanno al business forum organizzato al Cairo lunedi’ prossimo, 18 aprile, in occasione della visita in Egitto del presidente Francois Hollande. Lo ha reso noto quest’oggi il ministero del Commercio e dell’industria egiziano attraverso un comunicato.

“La visita del presidente Hollande avra’ riflessi positivi sul rilancio delle relazioni bilaterali a livello economico e commerciale”, ha detto oggi il ministro Tarek Qabil, in un incontro con l’ambasciatore francese al Cairo, Andre Parant. L’evento fornira’ l’occasione per le aziende dei due paesi di effettuare incontri “business to business” e discutere di progetti comuni. Secondo il titolare del dicastero egiziano, nell’ambito della visita di Hollande saranno firmati “numerosi accordi e memorandum d’intesa”, in particolare nei settori dell’energia elettrica e dei trasporti.

“L’Egitto potrebbe diventare la porta dei prodotti francesi verso il mercato arabo e africano”, ha detto il ministro. Il volume del commercio tra Egitto e Francia e’ diminuito dell’1,14 per cento nel 2015, scendendo a 2,58 miliardi di euro dai 2,61 miliardi del 2014. Le esportazioni egiziane verso la Francia sono diminuite del 54,33 per cento a quota 472,7 milioni di euro da un precedente livello di 1,04 miliardi di euro del 2014. In aumento, invece, le importazioni francesi in Egitto, salite del 32,9 per cento a 2,1 miliardi di euro rispetto agli 1,58 miliardi del 2014.

Il presidente francese Hollande iniziera’ lunedi’ prossimo una visita di due giorni in Egitto, dove incontrera’ l’omologo Abdel Fatah al Sisi. Il capo dello Stato francese incontrera’ anche il primo ministro Sherif Ismail e visitera’ la Camera dei Rappresentanti, il nuovo parlamento monocamerale egiziano. Una delegazione francese di alti funzionari militari e’ arrivata ieri sera al Cairo per preparare la visita del presidente Francois Hollande, attesa la prossima settimana. Lo riferisce quest’oggi il quotidiano statale “al Ahram”.

Il capo dello Stato francese dovrebbe arrivare al Cairo lunedi’ prossimo, 18 aprile, per i colloqui con l’omologo egiziano Abdel Fatah al Sisi. Secondo il programma, entrambi i presidenti dovrebbero presenziare alla firma di accordi e memorandum di intesa per un valore totale di oltre miliardo di dollari in diversi settori, tra cui l’industria della difesa. Il ministro degli Esteri francese, Jean-Marc Ayrault, si e’ recato nelle scorse settimane al Cairo per colloqui con il presidente al Sisi e l’omologo egiziano Sameh Shoukry, mentre l’ammiraglia della flotta francese, la portaerei nucleare Charles de Gaulle, ha svolto manovre aeronavali congiunte, battezzate “Ramses 2016″, con la marina militare egiziana nel Mediterraneo orientale. (AGI)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

1 Commento per “Egitto: 60 imprese francesi in processione da Al Sisi”

  1. …è dunque piuttosto evidente che la “missione” dell’aspirante rivoluzionario internazionalista Regeni, non fosse il fomentare una rivoluzione, ma proprio il farsi ammazzare per la gioia delle imprese francesi, inglesi e dei compiaciuti americani

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -