Usa, protesta contro i finanziamenti alla politica: 400 arresti, anche anziani

 

Ci è voluto quasi tutto il pomeriggio di ieri alla polizia di Washington per arrestare i partecipanti a un sit-in davanti al Campidoglio che manifestavano per modificare le norme sui finanziamenti alla politica, sui diritti di voto e sul cambiamento dei distretti elettorali.

Alla manifestazione, organizzata da Democracy Spring, coalizione di un centinaio di gruppi progressisti, si sono presentate 600 persone e oltre 400 di loro sono state arrestate sulla scalinata del Campidoglio, riferisce la polizia. La manifestazione era pacifica e allegra e i manifestanti si sono fermati davanti alle barrietre erette dalla polizia protezione dell’edificio che ospita il Congresso Usa, chiacchierando, ridendo, scandendo slogan e scattando foto mentre gli agenti li portavano via uno a uno.

usa-proteste

Secondo la tv no-profit indipendente Npr la polizia aveva sottostimato la folla e aveva parcheggiato nell’area un solo autobus per portare via i dimostranti.Democracy Spring propone un “Congresso della coscienza” che promuova norme per limitare i finanziamenti anonimi e di grandi donatori alla politica, sostenere il diritto di voto e far in modo che il disegno dei distretti elettorali non favorisca automaticamente. (askanews)



   

 

 

2 Commenti per “Usa, protesta contro i finanziamenti alla politica: 400 arresti, anche anziani”

  1. Invece in Italia non arrestano nemmeno chi devasta le città,come i black bloc o i”tifosi”di qualche squadra di calcio!

  2. Pensate se Putin avesse fatto arrestare più di 400 manifestanti pacifici, immaginatevi le pagine di giornale, i TG, le denunce delle ONG, le richieste di sanzioni, embargo, fustigazione e lapidazione per Putin…
    Invece è l’abbronzatissimo Obama ad incarcerare i dissidenti e cosa succede..: NIENTE, censura totale, silenzio. Quando tutti i media raccontano frottole e censurano le notize scomode, è un chiaro segno che si vive in un regime non democratico, in una dittatura, un’oligarchia, una tirannide che ha bisogno delle menzogne e del silenzio, perchè la realtà è vergognosa.
    I manifestanti chiedevano soltanto la fine della corruzione legalizzata, che sono i finanziamenti milionari di banche e multinazionali ai politici.
    Comunque dando un’occhiata ai capi ed organizzazioni simpatizzanti Democracy Spring, si nota che sono già stati infiltrati dal regime, che usa tanto la violenza quanto l’inganno.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -