Ragazza violentata in un parcheggio, arrestato a Roma un nigeriano

 

arrestoE’ stato arrestato il presunto responsabile della violenza sessuale a una ragazza, avvenuta la sera del 30 marzo scorso in un parcheggio pubblico di via della Pineta Sacchetti a Roma. Si tratta di un nigeriano di 30 anni che è stato fermato l’altra sera, in via della Giuliana, da un carabiniere libero dal servizio del Nucleo operativo della compagnia Trionfale che lo aveva riconosciuto dall’identikit diffuso all’indomani dell’accaduto.

Il militare dell’Arma lo ha visto passare e lo ha riconosciuto. Nonostante si trovasse in compagnia della fidanzata, lo ha bloccato, dando l’allarme ai colleghi, che sono intervenuti sul posto. La collaborazione della vittima nel fornire una dettagliata descrizione dell’autore della violenza aveva infatti consentito ai carabinieri della VII sezione rilievi tecnici del Nucleo investigativo di via In Selci di elaborare “un preciso identikit – fanno sapere i carabinieri – che coincide praticamente con la foto del fermato”.

Nella caserma della compagnia Trionfale, in via Ildebrando Goiran, è stata convocata la vittima che al termine di una individuazione fotografica ha riconosciuto l’uomo. Per il nigeriano è scattato il fermo di polizia giudiziaria e l’uomo è stato portato nel carcere di Regina Coeli.

PINETA SACCHETTI - CARABINIERI ARRESTANO L'AUTORE DELLA VIOL

Il fermo del 30enne, già convalidato dal gip del Tribunale di Roma, è stato l’epilogo di un’assidua attività di indagine dal momento della denuncia della donna: condotta una vera e propria attività “porta a porta”, mostrando a residenti e commercianti della zona dove era avvenuta la violenza l’identikit dell’aggressore. Sono state visionate le registrazioni di tutte le telecamere presenti in zona, incluse quelle lungo il perimetro del Policlinico Gemelli.

Le indagini del Nucleo operativo della compagnia Roma Trionfale proseguono perché il riconoscimento certo da parte della vittima venga ancor più confortato dalla prova scientifica: per questo sono in corso ulteriori accertamenti. Il nigeriano fermato, già nell’agosto del 2009 era stato arrestato dai carabinieri a Cave dopo aver tentato di abusare di una bimba di 7 anni, figlia di una coppia di connazionali che gli aveva dato ospitalità. ADNKRONOS

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -