Dov’è Benigni? La “Costituzione più bella del Mondo” è stata stuprata e la nostra “intellighenzia” tace

 

Mi manca tanto Sciascia che diceva “un intellettuale deve rompere…”

di Mitt Dolcino

Si, Sciascia l’enigmatico, Sciascia il siciliano – e lo dico con rispetto e deferenza anche e soprattuto perchè arrivo dal profondo nord -, Sciascia l’icona dell’antimafia fino quasi a dipingerlo come mafioso! Si sa, in Sicilia tutto è grigio, tutto deve essere grigio…. Sciascia che diceva che un intellettuale deve rompere… Ma insomma, se questa era mafia, beh, è proprio vero che sai quello che lasci ma non sai quello che trovi!

Benigni

Dunque, noi abbiamo un attore politicamente schierato, Benigni, regista che si inventò uno dei film più belli della storia del cinema (“La vita è bella”), uno che intendeva se stesso essere allineato a dei principi nobili tipici di una sinistra – rarissima – non ipocrita, che diceva le verità per come andavano dette ossia non era mafioso, non nascondeva nulla. Insomma, uno che si voleva NON allineato alle mode ed alle correnti, o almeno così lui si raccontava, un pragmatico di sinistra direi. E bravo, veramente bravo.

Bene, posso solo dire che Benigni oggi rappresenta l’esempio pratico del potere (e la ricchezza) che corrompe dentro, distrugge facendo diventare i Benigni della situazione il simbolo – ed anzi lo strumento – di quell’ipocrisia di sinistra che il grande attore diceva di aborrire: Benigni che ha cantato la “Costituzione più bella del Mondo” oggi la vede stuprata e tace! Peggio, sparisce, per non andare contro il potere che lui rappresenta, quello del PD. Facile fare l’intellettuale in questa maniera.

La conclusione: Benigni non è un intellettuale.

No, io non ci sto: visto che quando ci furono gravi errori della destra che ideologicamente mi vede affine – il sottoscritto non credendo nell’uguaglianza forzata di tutti, che non siamo tutti uguali, è votato alla pari opportunità per chiunque – li ho pubblicamente stigmatizzati, non posso tacere il fatto che la più grande delle ipocrisie oltre che il più grande degli errori è stato costituzionalmente compiuto. E chi si supponeva dovesse parlare, tace! In questo contesto un attore famosissimo, un semplice bravo attore che ha cantato la nostra Costituzione non si fa trovare!

Si, perché Benigni aveva ragione, la nostra era la Costituzione più bella del mondo. E’ questo che mi fa arrabbiare. Posso ormai dire che il Benigni rappresenta l’ipocrisia della sinistra, quella delle due verità tirate fuori – o taciute – in base alla convenienza, quella che non dà l’opportunità a chiunque perché cosi facendo toglie l’opportunità per i propri sodali che molto facilmente capaci non sono….

Oggi capiamo che Benigni non è un grande ma un semplice bravo attore/regista. Certamente non è utile per il paese. Sciascia era un’altra cosa.

Che volete che vi dica, questo paese si merita il Benigni che sparisce nel momento del bisogno: guardate cosa è successo in occasione della dolorosa morte di Casaleggio, che lo scrivente assolutamente non adorava, sembra che tutti stiano facendo a gara per osannarlo. Da morto. Se ricordo bene non più tardi di poche settimane fa era considerato un visionario, uno di quelli di cui avere paura, un pericoloso, quasi un eversivo.

Oggi da morto è diventato un genio. Ipocrisia pura. Quella che piace agli italiani.

Ed ora godiamoci il referendum costituzionale, sono curioso di vedere come andrà a finire anche se temo che nella muova formulazione avremo una serie di “golpe” a termini di legge (nella nuova forma costituzionale avremo ad esempio un Senato dove mettere in pensione anticipata non un manipolo di senatori a vita ma un esercito di membri di partito magari scomodi a cui trovare qualcosa da fare, a tutti la stessa opportunità dicevo prima…). Lo scrivente voterà no alla modifica costituzione proposta nel Referendum.

Jetlag per Mitt Dolcino — scenari economici



   

 

 

3 Commenti per “Dov’è Benigni? La “Costituzione più bella del Mondo” è stata stuprata e la nostra “intellighenzia” tace”

  1. Per la verità, la nostra Costituzione son decenni che viene ignorata: dall’articolo “pacifista” che è stato ignorato facendo guerra, illegale, contro la Serbia in poi, fino all’articolo primo che mette il lavoro, non la finanza tra i valori fondanti, per non parlare delle cessioni di sovranità e perfino di territorio… la Costituzione è stata ignorata da chi doveva rispettarla e da chi doveva farla rispettare. Il Sig. Mal D’Aereoplano se n’è mai accorto in tutti questi anni?
    Comunque, da un tizio che s’accorge solo ora, che Benigni non è un grande, che non s’è ancora accorto che Benigni è sempre stato un lecca c… conformista, è tipico dei compagni, assolutamente conformisti, ma si credono “fuori dal coro”, patetici. Che piange un eversore folle, megalomane, legato a doppio filo al capitale come Casaleggio ed infine, da buon sinistro-boy a fine discorso, insulta tutti gl’italiani come il copione conformista di sinistra impone. (disgustoso)
    Era meglio se invece di scrivere le solite banalità compagnarde si curasse il jetlag con una bella dormita.

  2. Oltre a questa mente raffinata, volevo sapere che fine ha fatto il nostro regista da strapazzo (Moretti) che con il governo Berlusconi organizzò il “girotondo” intorno al parlamento come segno di protesta. E adesso dove sei?

  3. Benigni un intelletuale? Hahahahaha allora io sono un fisico nucleare jijijijij
    Benigni è un comico, commentò la costituzione per lavoro con la RAI

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -