Caso Abu Omar: ex agente Cia deve scontare la pena in Italia

 

abu-omar-Sousa

MILANO, 11 APR – Deve scontare 4 anni di reclusione in Italia l’ex agente Cia Sabrina de Sousa condannata, insieme ad altri 22 ‘007’ americani, in via definitiva per il sequestro dell’imam Abu Omar avvenuto nel 2003, a 7 anni di carcere, tre dei quali coperti da indulto. È quanto risulta dal procedimento di esecuzione pena di cui è titolare il sostituto pg di Milano Antonio Lamanna.

La Corte UE condanna l’Italia a risarcire Abu Omar e la moglie

La Procura generale è in attesa di ricevere dalla Corte Suprema portoghese informazioni sulla decisione con cui è stato respinto l’appello di de Sousa contro l’estradizione in Italia. Ora de Sousa dovrebbe essere consegnata dalle autorità portoghesi alle forze dell’ordine italiane e poi portata in carcere in Italia (da procedura, dovrebbe essere portata in una casa di reclusione in Lombardia). De Sousa sarebbe il primo dei condannati in via definitiva per il caso Abu Omar a finire in carcere. Dopo che sarà stata portata in un carcere italiano, la Procura generale darà conto dell’inizio dell’esecuzione della pena. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -