Tagli alla sanità, paziente per 27 ore in attesa al Pronto soccorso

 

pronto-soccorsoUna situazione surreale quella che è stato costretto a subire un elettricista 27enne di Pontecorvo, comune nel cuore della Ciociaria.

Una storia raccontata dal Corriere della Sera e che parla dell’ennesimo caso di fallimento del sistema sanitario nazionale, con il paziente costretto ad aspettare 27 ore in barella al pronto soccorso per essere visitato.

Ventisette ore all’ospedale di Cassino, in provincia di Frosinone, ad attendere analisi e controlli, sentendosi dire: “Non ti alzare da lì, altrimenti non ti resta neanche più quella perché la prende qualcun altro”. Ventisette ore inutili, perché dopo avere atteso più di un giorno su quella barella il giovane ha preferito firmare e uscire, senza che nessuno si fermasse da lui.

“Quel ragazzo era in uno stato tale che giustificava un ricovero immediato, invece lo hanno ignorato per tutto quel tempo”, dice il sindaco del paese di cui il 27enne è originario al quotidiano di via Solferino. Non è servita neppure una telefonata dal Comune, con i genitori preoccupati per la situazione epatica del ragazzo: “La sua pelle era diventata gialla”.

E ora dal Comune chiedono spiegazioni: “Dovranno darmi delle risposte”.  IL GIORNALE



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -