Dalle banche 3,5 milioni di euro per accogliere minori stranieri

 

minori

Potenziare e innovare le modalità di presa in carico dei minori e giovani stranieri sul territorio italiano. E’ l’obiettivo del bando ‘Never alone: un domani possibile per i minori e giovani profughi in Italia soli. Possono partecipare tutte le organizzazioni che si occupano dell’accoglienza e dell’integrazione dei minori che arrivano in Italia senza genitori. Il budget è di 3,5 milioni di euro.

I minori non accompagnati? Sono maschi 16-17enni

Ecco cosa fanno i minori stranieri delle case famiglia: spaccio e prostituzione minorile

L’iniziativa è promossa da Fondazione Cariplo, Compagnia di San Paolo, Fondazione con il Sud, Enel Cuore, Fondazione CRT, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Monte dei Paschi di Siena (nel quadro del programma europeo Epim – European Programme for Integration and Migration). Saranno sostenuti progetti realizzati in collaborazione tra le organizzazioni del terzo settore e gli Enti pubblici, finalizzati a rafforzare sistemi multidimensionali di presa in carico che sappiano garantire percorsi inclusivi efficaci e di lungo periodo.

Diversi gli ambiti di intervento: accoglienza, educazione, formazione, accompagnamento all’autonomia nel passaggio alla maggiore età, rafforzamento e diffusione della pratica dell’affido e del sistema dei tutori volontari, accoglienza delle ragazze. La presenza di minori stranieri non accompagnati (MSNA) in Italia e in tutti i Paesi europei è in continua crescita. Nel 2015 sono 12.360 i minori non accompagnati sbarcati sulle nostre coste (Unhcr). L’iniziativa delle fondazioni si dedica a centinaia di essi, offrendo un contributo importante al problema.

Negli ultimi anni e a partire dalle crisi mediorientali e nordafricane del 2011 il consistente flusso di arrivi non programmati via mare ha accresciuto il numero di bambini e giovani migranti che hanno affrontato il viaggio con i genitori o da soli. In particolare, secondo i dati diffusi dall’Alto Commissariato Onu per i rifugiati, su 154mila migranti sbarcati sulle nostre coste nel 2015 oltre 16mila erano minori, e di questi ben 12.360 risultavano non accompagnati. Sono soprattutto eritrei, egiziani, gambiani e somali i giovanissimi che hanno attraversato da soli il Mediterraneo per giungere in Italia.

“A questi ragazzi che arrivano soli in Italia, perché orfani o perché i genitori li affidano ad altri imbarcandoli, vogliamo dedicare i nostri sforzi perché trovino comunità in grado di accoglierli e seguirli durante la loro presenza nel nostro Paese” dichiara Giuseppe Guzzetti, presidente Fondazione Cariplo. “Tutti insieme possiamo contribuire a costruire il loro e il nostro domani” sottolinea Luca Remmert, presidente della Compagnia di San Paolo. “L’idea di unire le forze mi sembra un segnale di speranza, bello e concreto – evidenzia Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione con il Sud – L’amara constatazione è vedere che le risposte, politiche prima che solidali, purtroppo vengano solo dalla società civile”.

L’obiettivo, rimarca Andrea Valcalda, consigliere delegato di Enel Cuore, è “dare una risposta concreta ai bisogni” di questi minori, “promuovendo lo sviluppo di percorsi efficaci di inserimento per garantire accoglienza, inclusione e sostegno“. Per Massimo Lapucci, segretario generale della Fondazione CRT, “l’accoglienza dei giovani stranieri più esposti a condizioni di marginalità e disagio rappresenta una sfida di importanza decisiva per la società”. “Con la partecipazione al bando Never Alone possiamo oggi, insieme ad altre sette Fondazioni da tutta Italia, contribuire a prenderci cura dei più piccoli e deboli” afferma Andrea Silvestri, direttore generale Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.

I minori stranieri, ricorda Antonio Finotti, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, sono “persone che, per il difficile contesto da cui provengono e per i rischi a cui sono esposte, si trovano in una condizione di particolare vulnerabilità”. ” E “solo una risposta corale – sottolinea Davide Usai, direttore generale della Fondazione Monte dei Paschi di Siena – può far fronte a questa nuova emergenza sociale e civile”. (AdnKronos)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

1 Commento per “Dalle banche 3,5 milioni di euro per accogliere minori stranieri”

  1. Minori di 17 anni,11 mesi e 29 giorni che non crescono mai!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -