“Pericolosità sociale”, espulso sudamericano della gang ‘MS13’

 

espulsione2MILANO, 31 MAR – Assolto dall’accusa di tentato omicidio per l’aggressione del giugno scorso nei confronti di due ferrovieri, uno dei quali ferito con un macete, Alexis Ernesto Garcia Rojas, detto ‘cigarrito’, uno dei giovani sudamericani della gang ‘MS13’, è stato espulso dall’Italia per pericolosità sociale.

Lo scorso 8 febbraio, il gup di Milano Alfonsa Ferraro aveva condannato Jackson Lopez Trivino, detto ‘Peligro’, a 16 anni, Josè Ernesto Rosa Martinez, colui che sferrò il colpo di machete alla fermata di Villapizzone, a 14 anni e Andres Lopez Barraza, detto ‘Pajaro Loko’, a 11 anni e 4 mesi. Era stato assolto, invece, come altri due imputati (che erano a piede libero), per non aver commesso il fatto ‘cigarrito’. Nei giorni scorsi però Rojas, 21 anni, è stato espulso per la sua pericolosità, come chiarito dal suo legale, ed ora si trova in El Salvador. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -