Tagli alla Sanita’, Federconsumatori: a rischio la tutela della salute dei cittadini

 

Cresce il numero di chi rinuncia a curarsi per costi e tempi sempre più insostenibili. Garantire l’accesso ai farmaci innovativi.

ticket-medici

(Federconsumatori) – I dati messi a disposizione dalla Corte dei Conti confermano quanto già emerso dalla esperienza di pazienti e cittadini e già in più occasioni denunciato da Federconsumatori: costi crescenti e insostenibili dei ticket, liste di attesa sempre più lunghe. Sono questi gli elementi alla base del fenomeno crescente di “rinuncia alle cure”.

Alle rinunce di recente si sommano le frequenti e gravi negazioni di accesso ai farmaci innovativi.

Non solo. La Corte dei Conti, nel quadro generale di riduzione delle risorse, oltre che dei piani di rientro e delle necessarie riduzioni di spesa, calcola che i cittadini italiani saranno costretti a pagare anche 1,018 miliardi per l’attività intramoenia dei medici.

Un insieme di fattori che rende, di fatto, inaccessibile la sanità pubblica.

Federconsumatori denuncia le troppe ed insostenibili spese a carico dei cittadini. A fronte di ciò chiediamo di agire con urgenza adottando scelte e politiche mirate a :

- risanare il Servizio Sanitario Nazionale, ristabilendone l’universalità;

- investire nella sanità pubblica;

- garantire, come previsto dalla Costituzione, il diritto alla salute di tutti.



   

 

 

1 Commento per “Tagli alla Sanita’, Federconsumatori: a rischio la tutela della salute dei cittadini”

  1. Sarebbero sufficienti dei controlli per limitare gli sprechi e spendere meglio i soldi.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -